martedì 23 dicembre 2008

La libreria di Odifreddi


Leggere Odifreddi è divertente ed è secondo il mio parere una buona terapia per scuotersi dalla religiosità trabordante dei mass media italiani sempre pronti (proni) a riportare amplificandoli anche i minimi sospiri delle gerarchie ecclesiastiche, ma di contrasto riluttanti a fare altrettanto per le istanze del mondo scientifico.
Il fine che si propone Odifreddi nei suoi libri è prioprio questo: squotere le menti e riportarle alla razionalità, allontanare gli intorpidimenti suscitati dagli intellettuali di Stato (Vaticano) il cui fine è quello di tenere viva l'illusione della religione, moribonda e anacronistica eppure ugualmente dannosa.
Dai testi pubblicati da Odifreddi traspare sempre uno sguardo dall'alto al mondo scentifico fatto da un colto intellettuale capace di comprendere tematiche che vanno dalla biologia alla fisica passando per la filosofia e la linguistica.
I capitoli sono resi più interessanti da citazioni e di scienziati, spesso Nobel, e riportano a volte interi brani di loro interviste, un vero e proprio tuffarsi nella razionalità della scienza che ti permette di lavare via il sudore maleodorante della superstizione religiosa.
Un altro aspetto interessantissimo dei libri di Odifreddi sono la ricchezza di aneddoti sugli scienziati di ogni tempo, aneddoti che ti fanno apparire la scienza e i suoi operatori non come adepti di una esoterica setta ma uomini normali, semplici e fin troppo umani, quale miglior modo per avvicinare un ragazzo al pensiero scientifico, per indirizzarne in modo profiquo le scelte dei suoi futuri studi.
L'utimo aspetto, forse il più importante, che da il titolo al post, è la ricchezza di riferimenti e citazioni a testi divulgativi pubblicati in Italia dai vari scienziati o pensatori illuminati. Un vero e prioprio percorso fatto di splendidi testi dal leggere sui più diversi argomenti, dall'economia, alla fisica, al sociale, alla filosofia della scienza, al gioco degli scacchi fino ai paradossi dei numeri.
Testi in cui continuare ad approfondire e a rafforzare il proprio bagaglio di razionalità per difendersi e combattere l'oscurantismo religioso.

Segnalo in particolare:

Bravo Odifreddi!!!!!

2 commenti:

pollonika ha detto...

Mi presti Un matematico impertinente? Avevo visto la presentazione a Che tempo che fa, mi sembrava proprio carino.

Antenor ha detto...

Certo!! ma ti merita anche "Perché non possiamo essere critiano e meno che mai cattolici"